inforMARE Fun Magazine
   24 giugno 2018 12.46 GMT+2   




11 aprile 2016

Alla Spezia parte un'iniziativa per legare le crociere alle attività commerciali e museali della città ligure

Il progetto “Facciamo centro!” è stato ideato dall'Autorità Portuale della Spezia e dal Comitato Spezia Vivi il Centro

Oggi alla Spezia è stato avviato il progetto “Facciamo centro!” che prevede la realizzazione e la vendita ai passeggeri delle navi da crociera in transito presso il Cruise Terminal dello scalo portuale della città ligure di una mappa del centro storico e di una welcome card che consentirà al possessore la fruizione di sconti negli esercizi commerciali, bar, ristoranti e musei aderenti all'iniziativa.

Il progetto è stato ideato da Autorità Portuale della Spezia e Comitato Spezia Vivi il Centro e sviluppato in collaborazione con Consorzio Discover La Spezia e le principali associazioni di categoria. Il Comune della Spezia si è adoperato affinché con la card fosse possibile ottenere sconti anche per la visita dei musei convenzionati (CAMeC, Museo Lia, Museo del Sigillo, Museo Etnografico e Castello San Giorgio).

L'Autorità Portuale ha specificato che è stata differenziata la card destinata agli equipaggi delle navi, che costituiscono una cospicua fetta di mercato e che spesso sono stati indicati dagli operatori crocieristici meritevoli di una cura particolare perché non solo numerosi, ma anche efficaci portavoce a bordo della qualità dei servizi incontrati nelle varie città toccate dalle navi. La card dedicata all'equipaggio sarà di colore oro, quella per i passeggeri di colore argento.

Le 34 attività commerciali e artigianali che hanno aderito al progetto hanno versato una quota di adesione pari a 150 euro e si sono impegnate a garantire la piena operatività della propria attività senza interruzione in ogni data in cui è previsto l'ormeggio di navi da crociera, siano essi giorni feriali, prefestivi o festivi, e ad acquisire un'effettiva capacità di dialogo in inglese o altra lingua straniera.

Già a partire da venerdì prossimo, in cui è previsto l'accosto contemporaneo delle navi da crociera Costa Diadema e P&O Ventura, i passeggeri troveranno all'interno del Cruise Terminal di Largo Fiorillo un desk dedicato presso cui potranno acquistare, al prezzo di tre euro, la mappa della città e la welcome card ed utilizzarle per tutta la giornata, pausa pranzo compresa, presso le attività commerciali e i musei.

«Con questa speciale iniziativa - ha spiegato il presidente dell'Autorità Portuale della Spezia, Lorenzo Forcieri - intendiamo tutelare e promuovere le attività commerciali, i servizi e le attività del centro storico della Spezia attraverso incentivi alla spesa, offrendo ai crocieristi e agli equipaggi un'occasione in più per fermarsi nella nostra città per visitarla, fare shopping, ecc. È un'iniziativa che può essere estesa agli altri comuni del Golfo e della nostra provincia».

«Lo scorso anno - ha aggiunto Marina Geirola, rappresentante del Comitato Spezia Vivi il Centro - siamo stati piacevolmente invasi dai croceristi, che hanno colorato le nostre vie del centro rendendole vive, ma ci siamo resi conto di non essere pronti ad accoglierli. Abbiamo capito che era il momento di fare qualcosa, di offrire ai crocieristi una ragione per restare a visitare il centro. Mi auguro che questo possa essere solo l'inizio di un lungo e proficuo percorso».

Il Consorzio Discover La Spezia metterà a disposizione personale qualificato per la vendita del materiale del progetto. Maurizio Pozella , presidente del Consorzio, ha sottolineato che l'iniziativa consentirà di potenziare l'azione di promozione del territorio e delle attività degli associati.







Cerca altre notizie su


seleziona la rubrica
Tutte    
Notizie
Traghetti
Crociere
Guide
Luoghi
Aerei


seleziona la rubrica
Tutte    
Notizie
Porti
Turismo
Banche dati
Trasporto aereo
Autotrasporto


 
 Indice   
Prima pagina
Indice notizie



Supplemento di turismo, arte e cultura di
Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore