inforMARE Fun Magazine
   24 aprile 2018 18.20 GMT+2   




16 novembre 2004

Il gruppo greco Attica ha chiuso i primi nove mesi con un utile netto di 35,2 milioni di euro (+14,6%)

Calo del 4,7% del fatturato determinato dalla diminuzione della consistenza della flotta

Il gruppo armatoriale greco Attica, a cui fanno capo le compagnie di navigazione Superfast Ferries e Blue Star Ferries, ha archiviato i primi nove mesi di quest'anno con un utile netto di 35,2 milioni di euro, con un incremento del 14,6% rispetto al corrispondente periodo del 2003. Superfast Ferries ha generato un utile netto di 36,6 milioni di euro, Blue Star Ferries di 4,5 milioni di euro, mentre la filiale Attica Premium ha totalizzato un utile netto di 700mila euro e la società madre Attica un passivo netto di 6,6 milioni di euro.

Il giro d'affari del gruppo è diminuito del 4,7% a 295,4 milioni di euro, di cui 188,5 milioni di euro generati dall'attività della flotta di Superfast Ferries e 106,9 milioni di euro da quella di Blue Star Ferries. Il calo del fatturato - ha precisato Attica - è stato determinato dalla riduzione della consistenza della flotta del gruppo.

L'utile operativo è ammontato a 89,5 milioni di euro, con una progressione del 4,4% sui 85,8 milioni di euro registrati nei primi nove mesi dello scorso anno. Superfast Ferries ha mostrato un utile operativo di 60,7 milioni di euro e Blue Star Ferries di 29,5 milioni di euro, mentre la capogruppo Attica ha chiuso il periodo con un passivo operativo di 700mila euro.

Il gruppo greco ha ridotto l'indebitamento a lungo termine del 16,2%, passando da 918,1 milioni ei euro a 768,8 milioni di euro.

La sola Blue Star, di cui Attica detiene il 48,6% del capitale, ha chiuso i primi nove mesi del 2004 con un incremento del 14,4% del risultato operativo a 29,5 milioni di euro ed un aumento del 48,6% dell'utile netto a 9,2 milioni di euro su un fatturato di 106,9 milioni di euro (+1%). La notevole crescita dei risultati di Blue Star - ha spiegato Attica - è attribuibile soprattutto alla decisione del management di chiudere il collegamento con Venezia, cessato nell'ottobre 2003 e operato con le navi Blue Horizon e Blue Sky, che aveva dato risultati negativi, e al miglioramento dell'utilizzo della capacità nelle rotte del Dodecanneso.
Nel corso del 2004 Blue Star Ferries ha venduto le navi Blue Sky, costruita nel 1974, Blue Bridge, costruita nel 1976, Cesme 1, costruita nel 1973 e Kefalonia, costruita nel 1975.







Le pagine saranno aperte in una nuova finestra del browser




Cerca altre notizie su


seleziona la rubrica
Tutte    
Notizie
Traghetti
Crociere
Guide
Luoghi
Aerei


seleziona la rubrica
Tutte    
Notizie
Porti
Turismo
Banche dati
Trasporto aereo
Autotrasporto


 
 Indice   
Prima pagina
Indice notizie



Supplemento di turismo, arte e cultura di
Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore