inforMARE Fun Magazine
   25 febbraio 2018 10.27 GMT+1   




11 giugno 2002

Presentate sei offerte d'acquisto vincolanti per la privatizzazione della Trasmediterránea

Le proposte - ha precisato la SEPI - sono «molto serie e molto efficaci»

La spagnola Sociedad Estatal de Participaciones Industriales (SEPI) ha annunciato oggi di aver ricevuto sei offerte vincolanti «molto serie e molto efficaci» per la privatizzazione della compagnia di navigazione Trasmediterránea. Le offerte saranno esaminate nel corso di questo mese. Il presidente della SEPI, Ignacio Ruiz-Jarabo, ha detto che sarà posta particolare attenzione a quello che sarà il futuro della Trasmediterránea, analizzando i diversi piani industriali in termini di investimenti, di mantenimento delle rotte e dei posti di lavoro.

SEPI non ha comunicato i nomi delle aziende che hanno presentato le offerte. Sembra però confermata la lista di pretendenti già nota in precedenza, che comprende i gruppi Boluda, Balearia, Sea Container, Acciona, Marsans e Sacyr-Bergé.

Nello scorso aprile SEPI aveva ricevuto dieci offerte preliminari d'acquisto della Trasmediterránea (inforMARE del 29 aprile 2002).







Le pagine saranno aperte in una nuova finestra del browser




Cerca altre notizie su


seleziona la rubrica
Tutte    
Notizie
Traghetti
Crociere
Guide
Luoghi
Aerei


seleziona la rubrica
Tutte    
Notizie
Porti
Turismo
Banche dati
Trasporto aereo
Autotrasporto


 
 Indice   
Prima pagina
Indice notizie



Supplemento di turismo, arte e cultura di
Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore